Pontedecimo - Provincia di Genova dei Frati Minori Cappuccini

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pontedecimo

Conventi > Altri conventi > Genova

Convento Frati Cappuccini Pontedecimo
Via S. Bonaventura, 5
16164 Genova
telefono: +39  010 714419



Il giorno 1° ottobre 1640 il padre Francesco Maria da Genova, Ministro Provinciale, poneva la prima pietra dell'edificio sotto la direzione del padre Anacleto Roncagliolo su area a sud del Borgo, detta di Monte Galletto, concessa gratuitamente dal Sig. Giacomo Cambiaso.
Il convento, voluto da Papa Urbano VIII per consolidare la popolarità dei Frati Cappuccini in Genova-Pontedecimo, fu ultimato nell'anno successivo ed il  primo padre guardiano fu Amedeo da Genova.
Il 24 settembre 1810 l'esercito napoleonico cacciò i frati dal convento, che fu mutato in caserma.
Alla caduta di Napoleone il Parroco di SAn Cipriano, dal quale dipendeva la Chiesa di Pontedecimo, promesse una petizione per il ritorno dei frati: così nel 1818, il convento riprese a funzionare con una scuola elementare pubblica, tenuta dai frati stessi.
Già nel 1645 fu annesso al convento un ampio orto e nel 1830 furono costruite altre due cappelle laterali.
Nel 1864 l'Autorità dispose la chiusura del convento, che fu venduto all'asta per la somma di 23.000 lire. Poichè truccata, l'asta si rifece, ed il convento fu comprato dal Sig. Francesco Monticelli che lo donò ai frati; morto nel 1877 lì riposa, in una cappella della chiesa.
I padri cappuccini furono sempre vicini alla popolazione di Pontedecimo, in occasione delle pestilenze, inondazioni e calamità, pagando anche con la vita il proprio altruismo.
Nel 1894 fu costruito il Salone Francescano per allestirvi il Presepio..

Il Miracolo del Padre Santo
E' significativo che a Pontedecimo il Padre Santo sia collocato nella cappella di San Francesco per indicare che il nostro santo genovese è un fedele discepolo del povero di Assisi.
In Val Polcevera il beato Francesco Maria da Camporosso,in ritorno da Voltaggio dopo gli eventi bellici, fece sosta nella chiesa dei suoi confratelli dal 2 all'8 luglio 1945: è in quella circostanza, ed esattamente il 5 luglio, che è avvenuto il secondo miracolo decisivo per la canonizzazione del Beato.


Oggi è s
uccursale e magazzino della Procura delle Missioni  e sede dell'Associazione ITA KWE FLAVIO QUELL’OLLER ONLUS.
Se volete comunicare con l'Associaione: itakwe.flavio@gmail.com o oller6@alice.it

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu